Combustione dei residui vegetali agricoli e forestali

Dettagli della notizia

Vietata la combustione all'aperto dal 1 ottobre al 31 marzo

Data:

01-04-2024

Combustione dei residui vegetali agricoli e forestali

Descrizione

La combustione di residui vegetali è vietata dalla D.Lgs n. 152/06 - Testo Unico Ambientale rientrando nella disciplina dei rifiuti. Deroghe sono stabilite per finalità agricole e tramite metodi che non danneggiano l'ambiente né mettono in pericolo la salute umana.

La legge regionale (LR n. 31/08 , modificata dalla LR n. 38/15 ) prevede la possibilità di effettuare la combustione in loco dei piccoli cumuli di tali residui nei territori dei Comuni posti ad una quota superiore ai 300 m slm.

Nei Comuni, come Polpenazze del Garda, posti a quota inferiore, vigono le disposizioni stabilite dalla DGR n. 7095 del 2017 , che prevedono il divieto di combustione dal 1 ottobre al 31 marzo.

L'ordinanza comunale n. 2 del 2015, che disciplina le modalità di combustione controllata dei residui vegetali, è da intendersi riferita al periodo temporale in cui questo è concessa, vale a dire dal 1 aprile al 30 settembre.

A cura di: Ufficio Lavori Pubblici

Ultimo aggiornamento: 19-07-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri